Chi siamo

La nostra storia

Il 15 Gennaio 1984, sotto la forte spinta di alcuni cittadini della zona di Croce Coperta e con il sostegno ed i successivi atti deliberativi del Quartiere Navile, nasceva ufficialmente il Centro Croce Coperta, struttura di aggregazione sociale e di volontariato: la sede fu individuata in un vecchio complesso rurale (allora di proprietà di alcune cooperative edili), composto da una casa colonica, una stalla-fienile, un magazzino (casella) ed un capiente cortile che, già negli anni precedenti, era utilizzato da associazioni e partiti come area per feste campestri o iniziative ricreative. I primi volontari iniziarono a ristrutturare parzialmente ed a loro spese alcuni locali della casa colonica, promossero le prime iniziative verso i cittadini (feste, cene, piccoli ritrovi) per autofinanziarsi. Ottenuto successivamente l'esproprio dai proprietari, il Quartiere Navile affidò, attraverso specifica convenzione, l'utilizzo e la gestione del nascente Centro Sociale ai soci fondatori. Da allora, il Centro Croce Coperta si distinse per la notevole attività rivolta a cittadini di ogni fascia d'età, emarginati, bisognosi, etnie diverse, direttamente o in collaborazione con il Quartiere, il Comune di Bologna ed altre strutture del volontariato locale. Il continuo e profuso impegno sociale favorì lo scambio d'esperienze, lo spirito solidaristico, la crescita culturale, l'integrazione fra generazioni, idee, tradizioni, costumi diversi.

Oggi

Oggi, il Centro Croce Coperta, adeguandosi alla nuova normativa comunale: - ha deliberato la propria trasformazione in Associazione, - aderisce al Coordinamento Provinciale dei Centri Sociali e zone ortive, - è iscritto alle Libere Forme Associative del Comune di Bologna ed al Registro Provinciale delle Associazioni di Volontariato. Le nostre iniziative a favore degli anziani e delle altre fasce a rischio: - la partecipazione al progetto comunale estivo "Anziani in città"; - iniziative si solidarietà e lotta all'emarginazione dell'anziano, ma anche delle persone cosiddette "normali"; - la messa a disposizione di diversi locali per attività aggreganti e ricreative (bar, sala gioco carte, attività culturali, musicali, canto, attività manuali, psicomotorie, ginnastica) per anziani ed altre fasce d'età, favorendo così i rapporti intergenerazionali; - incontri ed iniziative ricreative e culturali, scambi d'esperienze con altri gruppi culturali ed etnie, imparando a conoscere ciò che ci divide ma, nello stesso tempo, ciò che ci unisce; - gite e soggiorni; - collaborazione con l'Università per la Terza Età Primo Levi, ma anche con altre associazioni per individuare sinergie ed attività comuni; Oltre 400 soci, una sede appena ristrutturata, l'entusiasmo e la partecipazione di volontari "vecchi" e nuovi, la collaborazione con altre strutture del volontariato e dell'associazionismo per progetti comuni, la dotazione di sistemi audiovisivi ed informatici in linea con i tempi, fanno del Centro Croce Coperta un insostituibile fulcro d'aggregazione, di iniziative, di presidio del territorio, aperto alla partecipazione di tutti i cittadini ed alla fantasia creativa e socializzante di gruppi d'interesse.

La pianta del.... centro

La pianta del .... centro